Archivi categoria: Uncategorized

Il blog di Jean Urry: l’esperienza di studio a Bologna raccontata da una studentessa sudafricana/ Her experience at our Italian School in Bologna

  • A new arrival/qualcuno arriva

    Yesterday I didn’t do much, as I had to prepare  to change rooms, but I did go back to see the beautiful St Paul’s church, a gem – small and covered in frescoes. The artist was a master of perspective. Guess who I found at San Tommaso at around 12.00 this morning…. See photo! We walked around the city, had some pizza at the Sala Borsa restaurant and then trekked up the hill to see the view from San Michele in Bosco. Martin also thinks the city is beautiful. He has just passed out – not yet Bologna fit and suffering from jetlag … More tomorrow when we get going ….. 

    Ieri non ho fatto molto perche’ dovevo preparare a cambiare camere, ma sono tornata a vedere la bella chiesa di SanPaolo, un tesoro, picola e piena di affreschi – l’artista fu un maestro di prospettiva. Dovete indovinare che ho trovato oggi al mezzogiorno a San Tommaso … Vedete la foto! Abbiamo fatto una passeggiata per la citta’ , abbiamo mangiato un pezzo di pizza alla Sala Borsa – anche Martin pensa che Bologna sia bellissima! Poi abbiamo fatto un po’ di trekking  – voleva vedere il panorama da San Michele in bosco – dorme adesso – non e’ Bologna fit e sofre di jetlag…. A domani …

      

      

  • Out with friends/fuori cogli amici

    Last night Martin met my friends from Dante Alighieri Bologna – Lucia Gaudenzi, Angela, Brigida, Nat, Emm, Ringo and Phing…. Good luck to the guys – they write their exam soon. I will miss you all.

    Ieri sera Martin ha conosciuto per la prima volta i miei amici dalla Dante Alighieri di Bologna – Lucia Gaudenzi, Angela, Brigida, Nat, Emm, Ringo e Phing … Buona fortuna ragazzi – scrivono l’esame venerdi’! Sentiro’ la vostra mancanza! 

     

  • Mosaics/Mosaici

    Today we took the train to Ravenna, and beautiful Italy delivered yet again … we saw the most wonderful mosaics. Ravenna is not far from Bologna – about an hour and a half on the regional train, and is a world heritage site. Have a look at the photos …  Dante Alighieri (1265 – 1321) is buried here. Our school is named after him. He wrote The Divine Comedy in the dialect of Florence, and the modern Italian language is based on the Italian he used… It was very special for me to be photographed here!

    Oggi siamo andati in treno a Ravenna e abbiamo visto i mosaici bellissimi. La citta’ e’ forse un’ora e mezza di treno da Bologna ed e’ un patrimonio dell’umanita’ – guardate le foto! Dante Alighieri e’ sepolto qui e la nostra scuola e’ chiamata in ricordo di lui. Scrisse la Divina Commedia nel dialetto di Firenze, e la lingua moderna dell’Italia e’ basata sull’italiano che usava … E’ stato molto importante per me aver fatta una foto qua!

           

      

               

  • Driving …/abbiamo guidato in Italia

    Yesterday we hired a car from the airport – a Fiat 500 – so cute – I wanted a Ferrari, but Martin wouldn’t hear of it, and we drove to the sea – Lido degli Scacchi. We do not understand the toll system here, very confusing.  We, however, arrived safely and met up with Reanda and Edera. We had a wonderful lunch together and then explored beautiful Colmacchio and Lido Garibaldi. Sadly, we then had to return home – dropped the car at the airport, then took the bus into Bologna … Stopped for a beer. Thank you for a wonderful day! Today we are going to Castiglione dei Pepoli, outside of Bologna. Talk tomorrow … Love  Jean ps the statue – Garibaldi and his wife Anita hiding from the austrians in 1849 – google and read more

    Ieri abbiamo noleggiato una macchina all’aeroporto – una Fiat 500 – cosi’ carina, volevo una Ferrari, ma Martino non voleva. Siamo andati in macchina al mare – Lido degli Scacchi. Non capivamo bene i pedaggi, ma siamo arrivati sani e salvi e abbiamo incontrato Reanda e Edera. Dopo un pranzo meraviglioso insieme abbiamo esplorato Comacchio e anche Lido Garibaldi – tutti e due sono bellissimi. Sfortunatamente, dovevamo ritornare a Bologna. Abbiamo lasciato la macchina all’aeroporto, poi abbiamo preso l’autobus per il centro. Dopo, aver preso una birra. Grazie mille  – una giornata meravigliosa. Oggi andiamo a Castiglione dei Pepoli …  Con affetto Jean  PS la statua – Garibaldi e sua moglie Anita si nascosero dagli austriaci nel 1849 – googelate!

       

      
         

  • Castiglione dei Pepoli

    Today we went to Castiglione dei Pepoli with Mauro – it is so beautiful. 401 South Africans who died  during the 2nd World War are buried in the cemetery here – if I were to choose a place to rest, I would choose this place. There is also a wonderful museum nearby specially about the South Africans and put together by Mauro and his friends. We had dinner at a charming country restaurant called Antica Hostaria della Rocca di Badolo – the food in Emilia Romagna is excellent – thank you Mauro for everything – much appreciated.

    Oggi siamo andati a Castiglione dei Pepoli con Mauro – e’ molto bello. 401 sudafricani sono sepolti nel cimitero – sono morti durante la Seconda Guerra Mondiale. Se dovessi scegliere un posto per riposare, poi sceglierei questo posto. C’e’ anche un museo vicino al cimitero – il lavoro di Mauro e i suoi amici. Abbiamo mangiato in un ristorante magico in campagne – Antica Hostaria della Rocca di Badolo – il cibo di Emilia Romagna e’ buonissimo. grazie Mauro di tutto cio’ che hai fatto per noi- molto apprezzato!

       
         

            

  • Modena and Bologna!/Modena e Bologna

    On Sunday we went to Modena. James asked for some balsamic vinegar and so we decided to get him the real thing. The city is beautiful and there is a beautiful church in the square – it is a world heritage site. We climbed the tower – Ghirlandina. We also had a look at the Ferrari museum and thought of Alistair and Judy. This morning, I climbed Bologna’s tower for the second time with Martin. It is high!!!  We have been resting this afternoon and are off to Florence tomorrow for 2 days. We have just heard that Beppe and Vera will be here on Thursday and Friday, and Rosie and her family arrive on Saturday. I can’t wait to see them all.  I really love this city full of porticoes!

    Domenica pomeriggio siamo andati a Modena. James voleva l’aceto balsamico e volevo comprargli la vera cosa. La citta’ e’ bella e c’e’ una bellissima cattedrale in piazza – un patrimonio dell’umanita’. Siamo saliti sulla torre Ghirlandina e abbiamo anche visto il museo di Ferrari e ho pensato a Alistair e Judy. Stamattina sono salita sulla torre a Bologna per la seconda volta con Martin … Mamma mia e’ alta. Abbiamo fatto un pisolino questo pomeriggio. Andremo a Firenze domani e mercoledi’ e abbiamo appena sentito che Beppe e Vera vengono giovedi’ e venerdi’ … Rosie e la sua famiglia arrivano sabato …  Non vedo l’ora di rivederli! Amo questa citta’ e i suoi portici …

       
         

         

           

Modulo di iscrizione

500 Comitati nel mondo

La Società Dante Alighieri è un’istituzione culturale italiana che ha lo scopo di tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiana nel mondo; è membro dell’EUNIC (European Union National Institutes for Culture – Istituti di Cultura Nazionali dell’Unione Europea).

I Comitati della Società Dante Alighieri sono oltre 500, di cui circa 100 in Italia e più di 400 nel resto nel mondo.

 

Comitati in Europa

Comitati in Europa

Comitati mondo
Comitati della Dante Alighieri nel resto del mondo

 

BOLOGNA: LA  DOTTA, LA GRASSA, LA  ROSSA

Alcune città italiane hanno un soprannome che ne ricorda l’origine storica o che le descrive: Roma, “la città Eterna”; Venezia, “la Serenissima”; Firenze, “la Bella”.   Bologna di soprannomi ne ha tre: “la Dotta, la Grassa, la Rossa”.

archiginnasioIl primo è dovuto alla presenza di un’università che risale al 1088, la più antica del mondo occidentale;

il secondo caratterizza al meglio la tradizione della sua cucina sostanziosa e opulenta;sostituire

il terzo  per i riflessi dei mattoni con i quali fin dal medioevo sono stati costruiti torri e palazzi ma, in epoca più recente, il colore rosso ci fa pensare alle “Rosse” Ducati e Ferrari che, assieme a Lamborghini e Maserati, fanno di Bologna e della sua regione la “terra dei motori”.

Lamborghini in piazza

 BOLOGNA “LA DOTTA”

100000000000010F000000BA37247AD0Prima università d’Occidente, fin dal 1088 l’Università di Bologna richiama studenti da tutta Europa.  Dai tempi degli illustri studenti Dante, Petrarca e Boccaccio, l’Università di Bologna ha affermato nei secoli il suo ruolo di fucina del sapere e i circa  80.000 che oggi accoglie, la mantengono viva culturalmente e socialmente.

Visitare il Palazzo dell’Archiginnasio, l’antica sede dell’Università che ospita l’impressionante teatro anatomico, dove si sezionavano i cadaveri durante le lezioni di medicina e anatomia, significa fare tappa nel luogo che per secoli è stato uno dei principali e più ferventi punti di riferimento del sapere europeo.

Il suggestivo centro storico, uno dei meglio conservati d’Europa, dove si elevano antichi palazzi e chiese ricchi di opere d’arte, è caratterizzato dai suoi 40 chilometri di portici, che rendono la città unica al mondo. Fin dal 1100, quando la crescita dell’Università spinse a inventarsi nuovo spazio urbano, i portici sono diventati un luogo pubblico e privato, di socialità e commercio, salotto all’aperto simbolo stesso dell’ospitalità bolognese. Il portico di San Luca, che lega la città al santuario del Colle della Guardia, è il più lungo al mondo (3.796 metri e 666 arcate). Salirvi a piedi è tradizione in caso di grazie ricevute, da quelle serie a quelle più leggere, come un aiuto in amore o per un esame. I  portici bolognesi sono storia, tradizione, urbanistica e architettura e per queste ragioni sono candidati a diventare patrimonio UNESCO.

portici“Sovente, alle due di notte, rientrando nel mio alloggio, a Bologna, attraverso questi lunghi portici, l’anima esaltata da quei begli occhi che avevo appena visto, passando davanti a quei palazzi di cui, con le sue grandi ombre, la luna disegnava le masse, mi succedeva di fermarmi, oppresso dalla felicità, per dirmi: Com’è bello!”  (Stendhal, Voyages en Italie, 1826)

 BOLOGNA “LA GRASSA”

bologna la grassaQuando sentite parlare della cucina bolognese fate una riverenza che la merita”. A tessere questo entusiastico elogio della buona tavola bolognese è il grande Pellegrino Artusi, nel suo celebre trattato gastronomico uscito alla fine dell’800. Nel suo fortunato ricettario riservò  ampio spazio alla tradizione culinaria di Bologna, segnalandola all’attenzione dell’Italia intera. Se ci spostiamo più avanti nel tempo, vediamo che la percezione immaginaria della città come paradiso delle delizie del palato non conosce flessioni. Nella Guida gastronomica d’Italia del Touring Club Italiano, edita nel 1931, si afferma che Bologna è un luogo in cui “il giocondo amore della mensa trova le soddisfazioni più complete, in un’atmosfera simpatica e propiziatrice”.

tagliatellePer ogni bolognese DOC mangiare bene è una priorità assoluta.

mercato di mezzo

Vicino alla famosa basilica di San Petronio c’è l’antico “mercato di mezzo” in cui i buongustai non saprebbero certo quale vetrina guardare. I tradizionali negozi di specialità locali sono l’esempio perfetto dell’edonismo bolognese, con  salumi e formaggi d’ogni tipo, ma rigorosamente artigianali, per soddisfare i palati più esigenti. Non deve sorprendere, allora, che l’economia regionale si basi sull’industria alimentare.

turtlen

Non a caso, prodotti tipici di questa regione sono il prosciutto di Parma, il Parmigiano Reggiano, l’aceto balsamico e la mortadella di Bologna. Tre di questi prodotti, il prosciutto, il parmigiano e la mortadella, sono gli ingredienti fondamentali dei tortellini, famosi in tutto il mondo.

“Si mangia più a Bologna in un anno che a Venezia in due, a Roma in tre, a Torino in cinque e a Genova in venti”  (Ippolito Nievo, Confessioni di un italiano, 1867).sfogline

BOLOGNA “LA ROSSA”

Bologna è il capoluogo della Regione più famosa al mondo per la concentrazione di aziende motoristiche, la cosiddetta “terra dei motori”, per l’eccellenza in materia di cultura automobilistica e motoristica. La rossa Ducati e la rossa Ferrari, la Lamborghini, la Maserati sono da sempre icone di fascino e potenza.

Moto Ducati in Piazza Maggiore
Moto Ducati in Piazza Maggiore

A pochi minuti dal centro storico di Bologna si trova il Museo e la Fabbrica Ducati, dove potrete scoprire come viene costruita una delle moto più famose al mondo; a Sant’Agata Bolognese ha sede la mitica Lamborghini; a Modena  la storica Galleria Ferrari, con la nuova casa-museo Enzo Ferrari;  infine a Maranello potrete provare “la Rossa” e fare un test drive su strada guidando una Ferrari F430!

modena arte e motoriFerrari drive