Archivi categoria: Uncategorized

Il blog di Jean Urry: l’esperienza di studio a Bologna raccontata da una studentessa sudafricana/ Her experience at our Italian School in Bologna

  • I wonder ….. Where did it all begin/Mi chiedo dove e quando tutto e’ cominciato

    A great love of the Latin language, renaissance art, ancient history, Italy and a desire to study Italian led me to Dante Alighieri in Houghton Johannesburg./Un grande amore della lingua latina, dell’arte del rinascimento, della storia antica, dell’Italia  e un desiderio di studiare l’italiano,  mi hanno portato alla Dante Alighieri di Houghton, Johannesburg

    2015/05/img_0106-0.jpg

      
      

     

  • Preparation for my adventure …./La Preparazione per la mia avventura ….

    This time next week I will be in Bologna. I am busy trying to learn how to use this blog more efficiently with the help of Martin/ fra una settimana saro’ a Bologna. Cerco in questo momento di usare piu’ efficientemente questo blog, con l’aiuto di Martino

      Rosebank/Martino da Nino a Rosebank

  • Beautiful Bologna!

    After a long flight, and a full body search at Frankfurt Airport, we arrived safe and sound in Bologna. I took a taxi to my accommodation and the driver, Davide, taught me a new word. There are trees all over, and I told him about dry Joeys. He said that Bologna had just “rinverdita” ( regreened) after the long winter … I liked that! We found my accommodation and it is amazing, everything I need, including wifi. I unpacked and then got lost in this truly beautiful medieval city. Ther are porticoes everywhere, magnificent churches, towers, books, art, clothes to die for, shops full of interesting things, friendly people and ICE CREAM ….. MMM ….. More tomorrow

    Bellissma Bologna

    Dopo un lungo volo e un controllo completo all’aeroporto di Francoforte, siamo arrivate sane e salve a Bologna. Sono andata in taxi al mio alloggio e l’autista mi ha insegnato una nuova parola… Ci sono gli alberi cosi’ verdi dappertutto e abbiamo parlato di Jo’burg cosi’ secca in questo momento e lui ha detto che Bologna si e’ appena rinverdita dopo il lungo inverno … A me piaceva questa parola.  Abbiamo trovato l’albergo e che posto perfetto per me. C’e’ tutto e poi c’e’ anche wifi gratis. Ho disfatto la valigia e poi ho soddisfatto me stessa a Bologna.  E’ una citta’ mediovale e veramente bella, piena di portici, tori, chiese meravigliose, vestiti ‘to die for’ come si dice in inglese, libri, persone cordiali e GELATO … MMMM … A domani allora …

       
       

       
      

     

       
     

  • Bewitched!/Incantata!

    I have been bewitched by Bologna and her porticoes, the porticoes and the light together. What a sight!! The weather here is beautiful, and so I headed off early this morning and climbed one of the towers. The view from the top is spectacular. I then went to Welcome Bologna, and they were very helpful. I came away with lots of literature. I visited The basilica of Santo Petronio in the Piazza Maggiore – it is enormous and was built to house the whole population of the city at the time. There are works here by Jacopo della Quercia that inspired Michaelangelo when he was painting the Sistine Chapel. Lunch was very good, at a little restaurant on the Piazza Santo Stefano.  This is one of my favourite places so far – it is so old and has the most beautiful basilica,  in fact, 7 churches together.  The shopping is something else – beware Martin! It is so difficult to resist … Arrivederci ….  

    Sono stata incantata da Bologna e i suoi portici, i portici e la loro luce.  Che meraviglia! Il tempo qui e’ bello, e cosi’ ho cominciato presto il mio giorno e sono salita su una delle torri. Il panorama dalla cima era meraviglioso. Poi me ne sono andata a Welcome Bologna, e mi hanno aiutato molto. Ho tanti depliant di leggere. Ho visto la basilica di San Petronio in Piazza Maggiore – e’ enorme e fu costruita per contenere l’intera popolazione del tempo. C’e’ qualche capolavoro di Jacopo della Quercia –  egli ispirava Michelangelo quando dipingeva la Cappella Sistina. Il pranzo era buonissimo a un ristorante su Piazza Santo Stefano, finora, una dei miei posti preferiti – la piazza e’ cosi’ vecchia  e ha una basilica bellissima, infatti 7 chiese assieme. Lo shopping, che cos’altra posso dire, e’ meraviglioso – mi dispiace Reanda, ma devo usare questa parola – attenzione Martin, e’ difficile per me resistere!

                   

  • La Dante a Bologna

    Today was my first day at The Dante Alighieri in Bologna. There are four guys in our class, all young Asians, Justin’s sort of age or younger, who work in the tourist industries of their countries, and me. Our teacher’s name is Angela, and she is lovely. She is busy doing a Masters’ degree in translation. We did 4 hours straight of Italian. In the afternoon I felt a bit tired, and so took a walk in the lovely Margherita Gardens, just up the road from Bologna home. On the way, I picked up a delcious pear ice cream from the local gelateria … Immagine that! I decided to eat in tonight as well. There is a a very good restaurant at San Tommaso and their gnocchi is excellent. I also had a glass of white wine, bread sticks and a limoncello – wow for 8€. No lessons tomorrow, as 2 June is Republic Day for Italy …. Will decide what to do in the morning … Good night and deams of gold …. Arrivederci

    Oggi sono andata per la prima volta alla Dante Alighieri a Bologna. Ci sono 4 giovani asiatici nel nostro gruppo, la stessa eta’ forse di Justin, o altrimenti piu’ giovani, che lavorano nel campo del turismo nei loro paesi, e io. La nostra insegnante, chiamata Angela, e’ meravigliosa. Fa in questo momento un master in traduzione all’universita’ di Bologna. Abbiamo fatto 4 ore di italiano. Dopo,  mi sentivo un po’ stanca e cosi’ ho fatto una passeggiata nei bellissimi giardini Margherita vicino alla mia “Bologna casa”.. Ho anche comprato un gelato di pera cosi’ buono. Ho deciso di mangiare a casa stasera – c’e’ un ristorante a San Tommaso e il cibo e’ molto buono – gnocchi, panini, grisini, vino e limoncello – 8€. Non ci sono le lezioni domani – il 2 giugnio e’ la Festa della Repubblica qui in Italia. Decidero’ al mattino quello che faro’ oggi … Buona notte e sogni d’ oro …   
            

  • Buses, trains and dear friends/autobus,treni e cari amici

    Today I tried the public transport for the first time. I took an early bus to the station and a train to Modena, where I was met by Reanda, her son Diego and her daughter-in-law Judith. We spent a lovely day together in the countryside of beautiful Emilia Romagna. First we had a look at Pavarotti’s  home and then  drove past the Ferrari factory – I saw  where it all happens, Alistair and Andrew! We also explored the beautiful village of Castelvetro and I bought some basamic vinegar – the real thing, and  afterwards we lunched at a superb restaurant nearby, Le Casette. I tasted  tortellini for the first time – wow. The entire meal was mind blowing – there were so many courses. To help our digestion, we went for a long walk around Arceto, Diego and Judith’s village, and then on route to the station stopped at Scandiano – a lovely place with a huge castle. In the square there is a statue of the scientist, Lazzaro Spallanzani examining a frog with a magnifying glass – google this guy – he is interesting. I picked up a train at around 7.30 and negotiated my way back from the station on foot – arrived home at around 9.00 p.m. What a superb day with lovely people – thank you – Martin and Odoardo we missed you. Tomorrow, Dante Alighieri, here I come!! Nite nite …. Sleep tight

    Oggi ho usato i mezzi di trasporto pubblico per la prima volta. Ho preso un autobus alla stazione, e poi sono andata in treno a Modena. Qui ho incontrato Reanda e ho conosciuto suo figlio, Diego e sua nuora, Judith. Abbiamo passato un giorno splendido nella campagna della bellissima Emilia Romagna. Abbiamo visto la villa di Pavarotti, e la fabbrica di Ferrari – il posto dove tutto succede, Alistair e Andrew! Abbiamo esplorato il bellissimo paesino di Castelvetro e ho comprato una bottiglia di aceto balsamico, la vera cosa, e poi abbiamo mangiato cosi’ bene in un ristorante qua vicino chiamato le Casette e ho assaggiato per la prima volta in Italia i tortellini  – mamma mia che cibo – molti piatti. Per aiutare la digestione, abbiamo fatto una passeggiata per Arceto, il paesino di Diego e Judith e poi siamo partiti per la stazione e abbiamo fatto una sosta a Scandiano – un bel posto con un castello enorme.  C’e’ una statua nella piazza di uno scienziato famoso, Lazzaro Spallanzani. Lui esamina una rana con un lente d’ingrandimento – dovete google questo signore – e’ interessante. Ho preso il treno a Bologna e poi sono ritornata a casa a piedi. Che bella giornata con le persone splendide – grazie a tutti voi – Martino e Odoardo abbiamo sentito la vostra mancanza. Domani … Dante Alighieri … Buona notte,  o adesso  devo dire buon giorno …
      

             

  • A pilgrimage and Escher/Un pellegrinaggio e Escher

    I set off early this morning, hoping to find a bus to take me to The San Luca church, but there wasn’t one, so I walked … Mamma mia … There and back was about 20 ks,  but what a beautiful church and almost the entire route is “porticoed” – my fellow pilgrims told me that the portico is the longest in the world, and that all people who originate from Bologna go back to the church when they return to their city – Reanda, is this true?  I went to the mass  – it was packed, and then I wended my weary way down, and in via Saragozza  discovered the Escher exhibition – always had a soft spot for him, so joined the queue – it was worth it. I found a whole lot of Italians interested in South Africa and we chatted. Before we knew it, we were in and what an exhibition it was … tesselating fish and birds, and staircases that  go on for ever … I am now home and quite exhausted … I think I will  go and have an ice cold beer somewhere …. Arrivederci …

    Ho cominciato il mattino presto – volevo cercare un autobus per San Luca, ma non ce n’era uno e cosi’ ho fatto una passeggiata. Mamma mia … Penso di aver camminato oggi quasi 20 km! Meno male, che c’era sempre un portico e cosi’ sempre l’ombra e il pellegrinaggio e’ stato molto interessante. Gli altri pellegrini mi hanno detto che il portico di San Luca e’ il piu’ lungo del mondo e che i bolognesi che hanno lasciato Bologna, quando ritornano, ritornano sempre anche a San Luca – e’ vero Reanda?  Che bel posto e che bella chiesa. Sono andata alla messa e poi sono discesa lentemente dalla collina e in via Saragozza ho trovato la mostra d’arte di Escher. A me piacciono molto i suoi quadri e cosi’ sono entrata in coda e ne e’ valsa la pena. Ho trovato un gruppo di persone interessate al Sudafrica e abbiamo parlato molto. La mostra era meravigliosa – pesci, animali, uccellini insieme come in un mosaico e scale che continuano per sempre. Sono a casa, ma mi sono stancata …. Penso di prendere fra non molto una birra fresca … Arrivederci …

       
                 

  • New friendships, books and happy hour Italian style/Nuove amicizia, libri e “happy hour” stile italiano!

    Today we had another lesson, and what a lovely class I have – friendly, handsome young guys, what more can one ask for. Angela is also great – we discussed Bologna and Verdi, and listened to some wonderful music. I saw Reanda, Edera, Reanda’s sister, and Renata, her friend,  briefly – lovely to meet them, and then I had some lunch and headed for the city centre. The bookshops are very good – I went to Feltrinelli and to another store, and bought a dvd – Montalbano, the famous detective. It is hot, so hot today, so I had a beer at a lovely restaurant on Piazza Galvani – it arrived with many excellent snacks. I heard a familiar accent and met two South Africans from Cape Town – power cuts seem far away! I am now back home and ready for bed – it is still sunny and bright…. Arrivederci … 

    Oggi abbiamo avuto un’altra lezione. Ho un gruppo meraviglioso – 4 giovani ragazzi, cordiali e bellissimi , non posso chiedere di piu’. A me piace molto anche Angela. Abbiamo parlato di Bologna e di Verdi e abbiamo ascoltato musica bellissima. Questo pomeriggio ho visto Reanda, sua sorella e Renata, la sua amica, solo brevemente – che piacere – poi ho mangiato qualche cosa e sono andata al centro della citta’. Le librerie sono eccellenti – Feltrinelli e Librerie Co-op. Ho comprato un dvd di Montalbano, il commissario cosi’ famoso. E’ caldo, molto caldo oggi e cosi’ ho preso una birra in Piazza Galvani, e i buonissimi assaggini sono anche arrivati. Ho sentito un accento familiare – due sudafricani di Cape Town – abbiamo attaccato bottone! I problemi con la corrente mi sembrano cosi’ lontani – sono a casa e mi corico presto – c’e, ancora il sole … Arrivederci …

       

  • A day full of wonderer….ful things/ una giornata splendida

    Today was wonderful …. I saw, and learnt so much about beautiful Bologna. Classes started at 9.30, and Angela gave us all an article to read on “The Sala Borsa”. We discussed it, and then set off to explore. Our first stop was Il Palazzo dell’Archiginnasio – the university began here. We then headed for the Sala Borsa.  Today, It houses Bologna’s public library, and what a library it is, but over the years the  building has had  many uses. Google it and have a look. There are wonderful ruins beneath it which date from 189 BC – immagine that. We managed to have a close look at them, and in general, saw a lot of the library. At around 1, we said our farewells and I wandered around a bit and found Lucio Dalla’s house. Then I went to see The Archeological Museum … Wow, I was blown away – I only examined part of it, and will have to return and spend a day there. Remember, I Giardini Margherita from about two blog posts ago .. Well, they have full human skeletons discovered inthe gardens that date from 550 BC … Incredible, and many more amazing artefacts. Lunch was at my favourite restaurant on Piazza Santo Stefano, and then I returned home for a rest. At about 4, I set off to find one of Bologna’s hidden waterways … See the photo … There is a tiny window with a beautiful view. Thank yoy my fellow explorers for a splendid day … See you all tomorrow … Buona notte … 

    Oggi e’ stato meraviglioso … Ho visto e ho imparato molto di Bologna cosi’ bella. La nostra lezione e’ cominciata alle 9.30, e Angela  ci ha dato un articolo a leggere sulla Sala Borsa. Abbiamo parlato un po’ di questo edificio e poi siamo andati ad esplorare. Abbiamo passato il Palazzo dell’Archiginnasio, dove e’ cominciata l’universita’ antica. Poi, siamo andati alla Sala Borsa. Oggi, c’e’ la Biblioteca pubblica di Bologna, e che Biblioteca … Mamma mia … ma con la scorrere del tempo l’edificio aveva molti usi. Dovete googlarlo! Ci sono le meravigliose rovine in fondo che risalgono al 189 AC.  Siamo riusciti a vederle bene – in genere abbiamo visto molto di questo bel posto. All’ una abbiamo finito il nostro giro. Poi ho fatto una passeggiata per le strade e ho scoperto la casa di Lucio Dalla, e sono andata al Museo archeologico … Wow … era come si dice in inglese “mind blowing”. Ho visto solo una parte e dovro’ ritornarci presto. Ricordate i Giardini Margherita di 2 o 3 blogs prima?…  Hanno scoperto gli scheletri umani che risalgono al 550AC in questi giardini … Incredibile, e ci sono tanti altri artefatti. Ho mangiato un panino in piazza Santo Stefano e sono ritornata a casa per riposarmi. Alle 4 sono andata fuori e ho trovato una delle acque nascoste a Bologna … C’e’ una foto …c’e una finestra con un paesaggio bellissimo … Grazie ai miei amici  … Una giornata splendida … A domani e buona notte … Forse tanti errori perche’ mi sono stancata.

      

      

     

                      

  • 7 June/7 giugnio – a hot and steamy day in Bologna/afa a Bologna

    This morning I wanted to see San Michele in bosco, but when I arrived it had just closed. I did, however, see the superb views of Bologna and will return tomorrow. Couldnt face the walk down, then luckily a bus  arrived, so decided to head for the station where I picked up a train for Ferrara. Marco who works at San Tommaso lives there and recommended it. It is  a lovely place, much smaller than Bologna, but the weather  was steamy, so I explored the cathedral, some of the lovely streets and the market, then noticed a wonderful art exhibition in the castle and decided to go there. Works by an Italian impressionist artist, Boldini. The castle, itself, is also very interesting. Afterwards went to the station, caught the train, then the bus and was home in no time. It all works so well, and my transport-catching skills are improving. Air conditioning came on here yesterday. Have just done the washing and am off to bed. Baci e buona notte xxx  forgot to mention that there are heaps of bikes in Ferrara – city of bicycles

    Stamattina  volevo andare a vedere San Michele in Bosco, ma quando sono arrivata, era chiusa. Ho visto, comunque, un panorama bellissimo di  Bologna, e ritorno domani. Non avevo l’energia da fare una passeggiata e cosi’ ho preso un autobus alla stazione e sono andata a Ferrara, perche Marco, che lavora a San Tommaso, abita  li’. E’ un posto bello, ma faceva cosi’ caldo … Ho esplorato un po’ le strade strette, il duomo e il mercato e poi ho visto una mostra d’arte al castello – i quadri di un impressionista italiano, Boldini – che quadri – dopo di che ho preso un treno e un autobus e sono ritornata a casa – tutto funziona cosi’ bene qui. Da ieri c’e’ l’aria condizionata nell’albergo. Ho appena fatto  il bucato e cosi’ buona notte e baci  xxx ho dimenticato – Ferrara e’ la citta’ delle biciclette!

      
             

Modulo di iscrizione

500 Comitati nel mondo

La Società Dante Alighieri è un’istituzione culturale italiana che ha lo scopo di tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiana nel mondo; è membro dell’EUNIC (European Union National Institutes for Culture – Istituti di Cultura Nazionali dell’Unione Europea).

I Comitati della Società Dante Alighieri sono oltre 500, di cui circa 100 in Italia e più di 400 nel resto nel mondo.

 

Comitati in Europa

Comitati in Europa

Comitati mondo
Comitati della Dante Alighieri nel resto del mondo

 

BOLOGNA: LA  DOTTA, LA GRASSA, LA  ROSSA

Alcune città italiane hanno un soprannome che ne ricorda l’origine storica o che le descrive: Roma, “la città Eterna”; Venezia, “la Serenissima”; Firenze, “la Bella”.   Bologna di soprannomi ne ha tre: “la Dotta, la Grassa, la Rossa”.

archiginnasioIl primo è dovuto alla presenza di un’università che risale al 1088, la più antica del mondo occidentale;

il secondo caratterizza al meglio la tradizione della sua cucina sostanziosa e opulenta;sostituire

il terzo  per i riflessi dei mattoni con i quali fin dal medioevo sono stati costruiti torri e palazzi ma, in epoca più recente, il colore rosso ci fa pensare alle “Rosse” Ducati e Ferrari che, assieme a Lamborghini e Maserati, fanno di Bologna e della sua regione la “terra dei motori”.

Lamborghini in piazza

 BOLOGNA “LA DOTTA”

100000000000010F000000BA37247AD0Prima università d’Occidente, fin dal 1088 l’Università di Bologna richiama studenti da tutta Europa.  Dai tempi degli illustri studenti Dante, Petrarca e Boccaccio, l’Università di Bologna ha affermato nei secoli il suo ruolo di fucina del sapere e i circa  80.000 che oggi accoglie, la mantengono viva culturalmente e socialmente.

Visitare il Palazzo dell’Archiginnasio, l’antica sede dell’Università che ospita l’impressionante teatro anatomico, dove si sezionavano i cadaveri durante le lezioni di medicina e anatomia, significa fare tappa nel luogo che per secoli è stato uno dei principali e più ferventi punti di riferimento del sapere europeo.

Il suggestivo centro storico, uno dei meglio conservati d’Europa, dove si elevano antichi palazzi e chiese ricchi di opere d’arte, è caratterizzato dai suoi 40 chilometri di portici, che rendono la città unica al mondo. Fin dal 1100, quando la crescita dell’Università spinse a inventarsi nuovo spazio urbano, i portici sono diventati un luogo pubblico e privato, di socialità e commercio, salotto all’aperto simbolo stesso dell’ospitalità bolognese. Il portico di San Luca, che lega la città al santuario del Colle della Guardia, è il più lungo al mondo (3.796 metri e 666 arcate). Salirvi a piedi è tradizione in caso di grazie ricevute, da quelle serie a quelle più leggere, come un aiuto in amore o per un esame. I  portici bolognesi sono storia, tradizione, urbanistica e architettura e per queste ragioni sono candidati a diventare patrimonio UNESCO.

portici“Sovente, alle due di notte, rientrando nel mio alloggio, a Bologna, attraverso questi lunghi portici, l’anima esaltata da quei begli occhi che avevo appena visto, passando davanti a quei palazzi di cui, con le sue grandi ombre, la luna disegnava le masse, mi succedeva di fermarmi, oppresso dalla felicità, per dirmi: Com’è bello!”  (Stendhal, Voyages en Italie, 1826)

 BOLOGNA “LA GRASSA”

bologna la grassaQuando sentite parlare della cucina bolognese fate una riverenza che la merita”. A tessere questo entusiastico elogio della buona tavola bolognese è il grande Pellegrino Artusi, nel suo celebre trattato gastronomico uscito alla fine dell’800. Nel suo fortunato ricettario riservò  ampio spazio alla tradizione culinaria di Bologna, segnalandola all’attenzione dell’Italia intera. Se ci spostiamo più avanti nel tempo, vediamo che la percezione immaginaria della città come paradiso delle delizie del palato non conosce flessioni. Nella Guida gastronomica d’Italia del Touring Club Italiano, edita nel 1931, si afferma che Bologna è un luogo in cui “il giocondo amore della mensa trova le soddisfazioni più complete, in un’atmosfera simpatica e propiziatrice”.

tagliatellePer ogni bolognese DOC mangiare bene è una priorità assoluta.

mercato di mezzo

Vicino alla famosa basilica di San Petronio c’è l’antico “mercato di mezzo” in cui i buongustai non saprebbero certo quale vetrina guardare. I tradizionali negozi di specialità locali sono l’esempio perfetto dell’edonismo bolognese, con  salumi e formaggi d’ogni tipo, ma rigorosamente artigianali, per soddisfare i palati più esigenti. Non deve sorprendere, allora, che l’economia regionale si basi sull’industria alimentare.

turtlen

Non a caso, prodotti tipici di questa regione sono il prosciutto di Parma, il Parmigiano Reggiano, l’aceto balsamico e la mortadella di Bologna. Tre di questi prodotti, il prosciutto, il parmigiano e la mortadella, sono gli ingredienti fondamentali dei tortellini, famosi in tutto il mondo.

“Si mangia più a Bologna in un anno che a Venezia in due, a Roma in tre, a Torino in cinque e a Genova in venti”  (Ippolito Nievo, Confessioni di un italiano, 1867).sfogline

BOLOGNA “LA ROSSA”

Bologna è il capoluogo della Regione più famosa al mondo per la concentrazione di aziende motoristiche, la cosiddetta “terra dei motori”, per l’eccellenza in materia di cultura automobilistica e motoristica. La rossa Ducati e la rossa Ferrari, la Lamborghini, la Maserati sono da sempre icone di fascino e potenza.

Moto Ducati in Piazza Maggiore
Moto Ducati in Piazza Maggiore

A pochi minuti dal centro storico di Bologna si trova il Museo e la Fabbrica Ducati, dove potrete scoprire come viene costruita una delle moto più famose al mondo; a Sant’Agata Bolognese ha sede la mitica Lamborghini; a Modena  la storica Galleria Ferrari, con la nuova casa-museo Enzo Ferrari;  infine a Maranello potrete provare “la Rossa” e fare un test drive su strada guidando una Ferrari F430!

modena arte e motoriFerrari drive